Crea sito
Chin Woo Italia

Huo Yuanjia

Huo YuanjiaHuo Yuanjia 霍元甲 (Jinghaixian, 1867 - Shanghai, 14 settembre 1910) è stato un dei piu famosi Maestri delle Arti Marziali cinesi.
Huo Yuanjia è divenuto famoso per i suoi combattimenti contro gli stranieri che arrivavano in Cina per confrontarsi contro le Arti Marziali cinesi, egli praticava un ramo dello stile Mizongquan tramandato in seno alla sua famiglia e per questo motivo chiamato Huoshi Mizongquan (Mizongquan della famiglia Huo) o Huojiapai ( scuola della famiglia Huo). Questo stile gli fu insegnato dal padre, Huo Endi. La famiglia Huo aveva un servizio di scorta e le Arti Marziali servivano proprio nel quadro di questa attività. Questo stile familiare è pressoché identico al Mizongquan Chen Shan Pai ed ha come principali Taolu a mano nuda: Lianshouquan e Huoshi Lianquan.

Huo Yuanjia nasce tra il 1867 ed il 1869 a Xiaonan Hecun nella contea Jinghaixian della provincia di Hebei. È il secondo dei tre figli di Huo Endi: Huo Yuanqing, Huo Yuanjia, Huo Yuandong. Si racconta che Huo Yuanjia avesse una salute precaria (in giovane età ha contratto l'ittero che lo colpirà periodicamente per il resto della sua vita) e perciò gli vennero proibiti gli allenamenti collettivi, nonostante questo lui spiava gli esercizi eseguiti dai suoi fratelli e si dice che si allenò in segreto per circa dieci anni. Il padre, Huo Endi, indirizzò il figlio a studi civili, e ciò fece sì che Yuanjia divenne noto per la sua umiltà e per la sua capacità di giudizio.

Huo YuanjiaNel 1896 Huo Yuanjia si trasferì a Tianjin dove lavorò come facchino presso una farmacia per un ricco commerciante che amava circondarsi di uomini abili nelle Arti Marziali.
Nel 1898 Yuanjia divenne amico e fratello marziale (Xiongdi) di Wang Zibin (conosciuto come Dadao Wang Wu) che si era rifugiato a Tianjin. Qualche anno più tardi Wang Wu si unì alla Rivolta dei Boxer e venne decapitato nella capitale Pechino. Huo Yuanjia si recò lì a recuperare il capo dell'amico.
Nel 1901 Huo Yuanjia rispose ad una sfida lanciata da un lottatore russo che insultava i cinesi definendoli "uomini malati dell'Asia" e si dichiarava l'uomo più forte del mondo. Huo lo affrontò al parco Xiyuan di Tianjin e lo sconfisse. Nel 1909 Yuanjia, accompagnato dai suoi allievi Liu Zhensheng e Zhang Wenda, andò a Shanghai per accettare una sfida aperta lanciata da un pugile inglese chiamato Hercules O'Brien (Aopiyin ), l'incontro venne preceduto da un disaccordo da entrambi le parti sulle norme da utilizzare durante la sfida. O'Brien insistette sul'utilizzo delle regole della boxe occidentale che limitavano gli attacchi di pugno al di sopra della cintura. Huo Yuanjia, d'altro canto, era più abituato alle regole cinese del Leitai. Dopo essere stato battuto da Yuanjia, di O'Brien non si seppe più nulla.
Nel 1910, sotto l'egida di Nong Jinsun, venne fondata la Zhongguo Jingwu Ticao Hui che in seguito venne chiamata Jingwu Tiyu Hui. Nello stesso anno Huo si confontò con un praticante di Judo e l'incontro finì con una rissa tra le due fazioni. Dieci membri della squadra di Judo vennero feriti, alcuni di questi riportarono la rottura delle dita delle mani, tra cui il capo istruttore. Dopo pochi giorni al seguito di questo combattimento Huo Yuanjia stette male e morì.

Allievi di Huo YuanjiaMolti studenti di Huo Yuanjia, tra cui lo storico Chen Gongzhe (1890-1961), sono convinti che egli sia stato avvelenato dal dottore giapponese Akino ('50 Years History of Wu Shu Development at Jing Wu', pubblicato nel 1957). Huo venne accettato all'Ospedale Shanghai Red Cross e morì 2 settimane dopo. Zhang Wenda e Chen Gongzhe presero la medicina e la fecero esaminare al Shanghai Public Concession Hospital, controllo che confermò che la medicina conteneva arsenico.
Nel 1989 la tomba di Huo Yuanjia e di sua moglie venne trasferita e nelle ossa del maestro il Laboratorio della Polizia Municipale di Tianjin trovò tracce di arsenico. Bisogna però sottolineare che frequentemente l'arsenico è utilizzato come componente delle medicine.

Nel 2007 la vita di Huo Yuanjia è stata portata sul grande schermo dalla star del cinema di Arti Marziali Jet Li nel film "Fearless".

Jet Li in Fearless